Accueil du site
Coordination marée noire



envoyer l'article par mail envoyer par mail  [où ?]   [imprimer cet article]    Article précédent    Article suivant

   Immigrati, il naufragio ad Agrigento. La spiaggia della morte

info Coordination marée noire
vendredi 19 février 2016
statut de l'article : public
citations de l'article provenant de : http://palermo.repubblica.it/cronac...


Dato l’allarme, due motovedette della guardia costiera di Porto Empedocle e un elicottero della guardia costiera di Catania si sono messi al lavoro nella zona del naufragio. Il cadavere di un migrante è stato recuperato. L’altro, inizialmente avvistato, a causa della risacca delle onde, è momentaneamente scomparso, ma le ricerche di guardia costiera, carabinieri e guardia di finanza proseguono. I cadaveri erano a pochi metri dalla battigia. I carabinieri stanno, intanto, sentendo, attraverso un mediatore culturale, i dieci migranti che sono riusciti a fermare e che subito avevano fatto capire che alcuni loro compagni di viaggio erano caduti in mare, morendo. La procura di Agrigento ha aperto un fascicolo.

Alcuni componenti del gruppo hanno detto che c’erano dei compagni di viaggio affogati. Da quel momento, però, non hanno più aperto bocca. Adesso con il mediatore culturale, polizia e carabinieri cercheranno di farsi spiegare che cosa è successo, quante persone sono finite in acqua e come i loro compagni di viaggio sono caduti. Pare, infine, che qualcuno dei migranti sbarcati sia riuscito ad allontanarsi. Sull’arenile sono stati lasciati numerosi effetti personali.

E’ stata trovata e sequestrata l’imbarcazione di circa sei metri, con la quale sono arrivati sulla spiaggia poco dopo le 9. Sono 15 le persone che i carabinieri sono riusciti a bloccare dopo lo sbarco. Otto dei migranti sono stati fermati dai carabinieri, due sono minori. Degli altri non si sa nulla, sarebbero scomparsi in campagna. Gli uomini sono stati portati in Questura ad Agrigento (dov’è situato l’ufficio per le identificazioni) per essere ascoltati con un mediatore culturale.

...




voir l'article complet -->>>

 

 


Locations of visitors to this page